Pulizie post ristrutturazione

post ristrutturazione header img

Hai ristrutturato il tuo appartamento o il tuo ufficio?
Stai facendo trasloco e vuoi pulire a fondo la tua nuova casa o, magari, quella vecchia in modo che sia già pronta per i nuovi inquilini?
Se cerchi un’impresa di pulizie in provincia di Biella, dinamica e professionale, non guadare altrove!

Il personale di Dynamic Services è specializzato in pulizie post ristrutturazione e non vede l’ora di rimettere a nuovo il tuo locale, qualunque siano le tue necessità e le sue condizioni.

La nostra formazione continua e la scelta dei migliori prodotti professionali ci consentono di garantirti risultati rapidi ed efficaci.

Lucidatura dei pavimenti in granito

Il granito si presenta con un’ampia varietà di elementi minerali che gli conferiscono colori cangianti e una caratteristica luminosità data dalla elevata percentuale di quarzo.
La sua durezza e la sua scarsa porosità hanno fatto sì che nel passato il granito sia stato lavorato con minore frequenza rispetto al marmo.

Anche se sciupato da invasivi lavori di ristrutturazione, la procedura che segue permette ai nostri esperti del pulito di riportare il tuo pavimento in granito al suo splendore originale.

  1. Prima della microlevigatura, è importante nettare il pavimento in granito con un detergente delicato e un panno morbido.
    Dopo la pulizia, è necessario sciacquare con acqua e asciugare con un panno pulito.
  2. Il primo passaggio con la levigatrice avviene utilizzando dischi diamantati di grana grossa.
    Questa fase della lavorazione permette di eliminare i dislivelli, i graffi e le imperfezioni della superficie.
  3. I passaggi successivi avvengono utilizzando dischi diamantati di grana via via più fine. La microlevigatura della superficie deve avvenire mediante passaggi incrociati.
    Dopo ogni passaggio, occorre aspirare i fanghi di levigatura.
  4. Ulteriori passaggi con abrasivi di grana fine e finissima sono necessari per eseguire la perfetta chiusura delle eventuali macroporosità del granito.
    La procedura prevede l’impiego di polvere Polish che ha lo scopo di affilare i dischi diamantati durante la microlevigatura del pavimento.
  5. Il penultimo passaggio prevede l’impiego di un disco termico agganciato al disco planetario della levigatrice.
    L’azione termochimica combinata consente un’ottimale e rapida lucidatura del granito.
  6. Durante l’ultimo passaggio, l’uso della crema lucidante Kristal Blue esalta la lucidatura, tonalizza i colori e rende il pavimento brillante e uniforme.

Microlevigatura dei pavimenti in graniglia

I pavimenti in graniglia sono un tipo di pavimentazione realizzata con frammenti di marmo o pietra, legati con cemento e colorati con ossidi naturali.
Si tratta di una tecnica antica, che risale al Rinascimento, ma che ha avuto il suo massimo splendore tra il XIX e il XX secolo.

I pavimenti in graniglia si caratterizzano per la loro resistenza, la loro varietà cromatica e la loro capacità di creare motivi geometrici.
Ogni pavimento in graniglia è unico e irripetibile, frutto della creatività e dell’abilità degli artigiani che lo realizzano, e merita di essere restaurato con ogni riguardo.

Per recuperare i pavimenti in graniglia e riportarli al loro splendore originale, l’intervento ideale è la microlevigatura combinata all’impiego di prodotti detergenti ad alta efficienza.
La microlevigatura permette di rimuovere lo strato superficiale danneggiato o corroso del pavimento, eliminando i graffi, le macchie e le opacità causate da lavori di ristrutturazione, e di far rinascere il colore e la lucentezza delle marmette (così sono chiamate le mattonelle di graniglia).

Rinnovo dei pavimenti storici

Quando si tratta di rinnovare una casa o un appartamento con molti anni alle spalle, l’elemento da considerare con attenzione al fine di ottenere come risultato una residenza confortevole è il pavimento.
Se il rivestimento esistente è ancora in buone condizioni e ha una storia da raccontare, come nel caso dei pavimenti vintage, un importante intervento di ristrutturazione diventa l’occasione per rinnovarlo e valorizzarlo, conservando la storia di un luogo e donandogli una seconda vita.

  • Le vecchie piastrelle decorate come le maioliche donano un forte carattere agli ambienti. Tuttavia, sono molto delicate, specialmente se intaccate da macchie di stucco, patine di cemento o macchie di pittura.
  • I pavimenti in graniglia sono costituiti da una miscela di piccoli frammenti di marmo, che possono essere di un solo colore o presentare diverse sfumature. Mediante levigatura e lucidatura, il pavimento può ritornare all’antico splendore originale.
  • I vecchi pavimenti in legno hanno un fascino senza tempo. Dopo interventi di ristrutturazione, prima di procedere al restyling occorre rimuovere la vernice, l’olio e la tinta dalle precedenti finiture.
  • Il marmo, infine, è una pavimentazione di pregio, ideale sia in ambienti dallo stile classico che in quelli più moderni, ma con il tempo tende ad opacizzarsi. Per riportarlo al suo antico splendore, occorre levigare e lucidare mediante piombatura la superficie.

Pavimenti in cementine

Le cementine, così come le marmette di graniglia, fanno la loro comparsa a fine ‘800 con l’avvento della Rivoluzione Industriale, quando si ebbe una maggiore produzione di cemento Portland.
Questo tipo di pavimento è stato utilizzato nei primi anni del XX secolo nei palazzi residenziali delle grandi città per una rapida costruzione di edifici residenziali nella prima periferia cittadina.
Le cementine sono simili alle graniglie, con una base di cemento e sabbia di circa due centimetri di spessore, ma differiscono nel loro strato superficiale, composto tipicamente da polvere di marmo e ossido di ferro.
Le cementine non vengono levigate e lucidate a piombo, come le graniglie, ma vengono semplicemente trattate con olio di lino per renderle idrorepellenti ed antimacchia.

  1. Nel caso il pavimento necessiti interventi di stuccatura in corrispondenza delle fughe che presentano lacune, i nostri esperti del pulito trattano preliminarmente le mattonelle in modo che il cemento non vada ad aderire alle cementine.
    In sostanza, il trattamento impermeabilizza la superficie della mattonella.
  2. Il lavaggio avviene mediante l’uso di una lavapavimenti monospazzola dotata di un robusto ingranaggio epicicloidale che permette di rimuovere i detriti depositati dai lavori di ristrutturazione, senza intaccare la polvere di marmo superficiale delle cementine.
  3. Dopo la perfetta asciugatura, procediamo al finissaggio per il quale utilizziamo prodotti idrorepellenti di profondità (che vengono assorbiti dalle cementine) e detergenti alcalini che non corrodono la polvere di marmo.

Microlevigatura e lucidatura

Le pulizie post ristrutturazione dei pavimenti sono interventi decisamente profondi.
Al contempo, il ripristino degli ambienti, pavimenti inclusi, deve avvenire in tempi molto rapidi in modo che le abitazioni ristrutturate possano tornare abitabili nel più breve tempo possibile.
Per questo motivo, le procedure di pulizia da attivare dopo la chiusura di un cantiere sono diverse da quelle che le pulizie ordinarie richiedono.

Le pulizie post ristrutturazione prevedono l’eliminazioni di vari ed eterogenei tipi di detriti:

  • Impronte lasciate da muratori e decoratori
  • Frammenti di piastrelle e di vetri abbandonati per terra
  • Polveri grossolane e tracce di terriccio
  • Calce, cemento, malta e altri molteplici materiali inerti
  • Incrostazioni di silicone, di colle e di vernici

La microlevigatura permette la veloce rimozione di ogni residuo di materiali inerte. La possibilità di scegliere tra dischi diamantati con molteplici dimensioni di grana consente di misurare la profondità dell’intervento in base al tipo di detrito da rimuovere.
L’impiego della levigatrice consente di risparmiare tempo e fatica rispetto alla pulizia manuale, garantendo un risultato professionale impeccabile anche dopo i cantieri più invasivi e impegnativi per la salute dei tuoi pavimenti.

Pulizia di pavimenti in gres

Il gres porcellanato è un materiale ceramico solido particolarmente compatto adoperato per i rivestimenti interni ed esterni della casa, soprattutto per la copertura dei pavimenti.
In quanto prodotto con gli scarti di sabbia, argilla e caolini trattati col procedimento della greificazione, il gres è ecocompatibile.

Il gres non è un pavimento qualsiasi.
Anche la “semplice” pulitura e manutenzione ordinaria del pavimento in gres può essere un problema per chi non è un professionista del pulito:

  1. Basta una goccia d’acqua caduta sulla superficie (engobbio) per generare la cosiddetta macchia di pulito.
  2. Visto in controluce, presenta immancabilmente aloni diffusi.
  3. Più lo si lava, più esaltano zone opacizzate.

I segni di contromarca nei pavimenti in gres consistono in piccole incisioni o segni lasciati sulla superficie del pavimento durante lo stesso processo di produzione.
Questi segni possono essere causati dai macchinari e dalle attrezzature utilizzate durante la produzione del gres, oppure dal contatto con altri materiali durante il trasporto o la posa.
Per rimuovere i segni di contromarca occorre l’impiego di due forze:

  1. La forza chimica:
    • il primo lavaggio prevede l’impiego di un detergente acido tamponato in grado di rimuovere i sali minerali (cemento, boiacca, malta).
    • il secondo lavaggio mediante l’uso di un detergente alcalino provvede a rimuovere i residui di materiale ceroso rilasciato dalle pellicole poste a protezione dell’engobbio quando le lastre di gres escono dagli impianti di produzione.
  2. La forza meccanica:
    • la lucidatrice monospazzola orbitale consente di esercitare la pressione necessaria per abradere i segni di contromarca senza danneggiare l’engobbio.

Pulizia dei vetri

La ristrutturazione della propria abitazione riserva una serie di sfide e compiti da affrontare.
La pulizia dei vetri è una di queste.
Anche durante le periodiche pulizie di routine, senza che un cantiere post ristrutturazione complichi le cose, i vetri sono fra le superfici più difficili da mantenere immacolati: polvere, impronte delle dita o delle mani, grasso e sporco, acqua piovana e smog influiscono sullo stato di igiene e trasparenza di finestre e vetrate.

Dopo la chiusura del cantiere, una eterogenea molteplicità di residui imbratta vetri e vetrate:

  • polveri pesanti
  • incrostazioni di materiali inerti (calce, cemento, malta)
  • macchiedi colle, di vernici all’acqua e a base solvente
  • tracce di silicone
  • frammenti di nastro adesivo e scotch di carta
  • aloni prodotti da agenti chimici

Pulizia dei bagni

La pulizia dei bagni dopo lavori di ristrutturazione può rivelarsi un compito impegnativo e laborioso.
I residui di calcare, le macchie ostinate sulle piastrelle, la muffa e l’accumulo di sporco rendono gravoso ripristinare l’aspetto e l’igiene del bagno.

La pulizia dei bagni e dei sanitari dopo una ristrutturazione presenta altre sfide di non poco conto da affrontare:

  1. Smacchiatura delle piastrelle: la presenza di macchie di cemento e vernice o altre sostanze può rende le piastrelle opache e poco attraenti.
  2. Gestione della muffa: la presenza di umidità durante i lavori può favorire la formazione di muffa sui rivestimenti e sulle fughe.
  3. Pulizia dei rubinetti: richiede l’applicazione di detergenti delicati in grado di rimuovere le macchie senza danneggiare i materiali.
  4. Odori persistenti: sono causati dalla lunga permanenza di accumuli di polvere e residui di varia natura.

Pulizia delle terrazze

Quando si effettuano interventi di pulizia, è importante non dimenticarsi degli ambienti esterni.
Affrontare la pulizia delle terrazze dopo importanti lavori di ristrutturazione può rivelarsi una sfida complessa e impegnativa.
I residui di polvere, detriti e macchie persistenti richiedono un approccio professionale per garantire risultati ottimali.

Anche gli interventi di pulizia di terrazzi, attici e balconi vengono eseguiti con l’impiego di prodotti Ecolabel e attrezzature professionali che permettono di non danneggiare alcuna superficie. Per rendere più facile, veloce ed efficace la pulizia degli spazi esterni, gli esperti del pulito di Dynamic Services valutano con attenzione l’area da pulire a partire dalle sue dimensioni.
Sulla base del tipo di pavimentazione, delle caratteristiche dei materiali e della tipologia di sporco da rimuovere, individuiamo l’attrezzatura e i prodotti più adatti da utilizzare.
Il primo passo del trattamento consiste nella pulizia preliminare degli spazi (sgrossatura) per eliminare la polvere presente sulle superfici composta soprattutto da materiali inerti.
Successivamente, tocca alla rimozione delle macchie lasciate dagli addetti alla ristrutturazione e alla pulizia e sanificazione di tutte le superfici (mancorrenti, ringhiere, sedute) intaccate dai residui dei lavori di ristrutturazione.

To top
Clicca qui
Chatta con noi
Richiedi un sopralluogo gratuito entro 24 ore!