Microlevigatura e lucidatura dei pavimenti

microlevigatura

La microlevigatura è un intervento di manutenzione del pavimento che rimuove aloni, macchie e graffi leggeri.
Si differenzia da un classico intervento di arrotatura (levigatura) e lucidatura del pavimento, sostanzialmente perché è un intervento di levigatura più leggero.

La microlevigatura consiste nel passaggio di dischi diamantati (PAD) in diverse grane partendo dalla più bassa alla più alta. É un tipo di lavorazione che nel corso degli ultimi anni si è diffusa sempre di più per la sua velocità e la sua efficacia che permette di levigare e lucidare un pavimento, sigillando meccanicamente tutte le porosità fino a ottenere una superficie perfettamente liscia e lucida.

Gli esperti del pulito di Dynamic Services, impresa di pulizie con sede a Cossato, in provincia di Biella, sono esperti nell’arte della microlevigatura.

La microlevigatura del marmo

La microlevigatura è un metodo di manutenzione dei pavimenti che consente di eliminare aloni, macchie e graffi di media entità.
A differenza di levigatura e lucidatura tradizionali, la microlevigatura è un intervento più delicato.
Questo processo prevede l’utilizzo di dischi diamantati di diverse granulometrie.
Negli ultimi anni, la microlevigatura si è diffusa sempre più grazie alla sua velocità ed efficacia nel levigare e lucidare i pavimenti in marmo, sigillando meccanicamente tutte le porosità fino ad ottenere una superficie perfettamente liscia e di grande brillantezza.
Attraverso la microlevigatura, hai la possibilità di ottenere in un solo giorno un pavimento igienico, facile da pulire e splendente come se fosse nuovo.

La microlevigatura richiede specifiche condizioni del pavimento per poter essere effettuata con successo. Ad esempio, non deve presentare assestamenti significativi tra le lastre, buchi o crepe evidenti, o graffi pesanti.
D’altro canto, è possibile applicare la microlevigatura su una superficie priva di assestamenti, senza pori o crepe evidenti, con graffi leggeri e una finitura opaca non uniforme, così come su lastre a basso spessore che non sono mai state levigate.

L’arrotatura dei pavimenti di marmo

In presenza di assestamenti tra una lastra di marmo e l’altra, di fori, crepe o di graffi pesanti, la microlevigatura non è sufficiente a ridare nuova vita al tuo pavimento di marmo.
La levigatura dei marmi è il processo meccanico di abrasione superficiale per arrotatura che trasforma l’aspetto della struttura orizzontale composta da singoli elementi separati in un’unica superficie, liscia e priva di giunti percepibili.

L’arrotatura consiste in una azione abrasiva che avviene per mezzo di eccezionali dischi diamantati dotati di un elevato potere pulente. L’arrotatura può quindi essere definita una operazione di pulizia di fondo. L’azione meccanica svolta dai dischi diamantati, oltre al sudiciume, riesce anche a rimuovere i segni di deterioramento dovuti non solo all’usura, ma anche ai traumi a cui è incorsa la superficie.

La lucidatura dei pavimenti di marmo

La lucidatura dei pavimenti di marmo è una delle grandi sfide che gli esperti del pulito di Dynamic Services sono chiamati ad affrontare quasi quotidianamente.
La lucentezza di una superficie viene valutata in gradi gloss, una caratteristica ottica basata sulla riflessione speculare della luce.
La misurazione del gloss si effettua mediante un glossmetro, uno strumento portatile che proietta un fascio di luce bianca sulla superficie del campione da testare ad un angolo d’incidenza tra i 20° e gli 85°.
Il marmo è considerato lucido se il glossmetro misura valori prossimi ad 80 gradi gloss.

  1. L’impiego di twister pad, panni per la pulizia impregnati da milioni di frammenti diamantati, permette di pulire e lucidare il pavimento allo stesso tempo senza alcun impiego di prodotti chimici. Questa metodologia è l’ideale per interventi continuativi di mantenimento.
  2. I dischi resinoidi diamantati, composti da una miscela di resina e polveri abrasive, offrono i maggiori vantaggi laddove la superficie lapidea non è livellata, in quanto non rischiano di rompersi.
  3. Le creme lucidanti sono composte da una frazione microabrasiva e da una lucidante, e sono indicate per il finissaggio della lucidatura.
    Applicate con una lucidatrice orbitale monospazzola, nel caso che le caratteristiche della pavimentazione in marmo ne permetta l’impiego, permettono di avvicinare il coefficiente di lucentezza a 100 gradi gloss.

La cristallizzazione dei pavimenti in marmo

La cristallizzazione rappresenta una delle tecniche più recenti per il mantenimento e il ripristino della superficie dei pavimenti in marmo.
La cristallizzazione è applicabile unicamente ai pavimenti composti da rocce carbonatiche come il marmo e il travertino.

Prima di procede al trattamento vero e proprio, occorre lavare accuratamente la superficie in marmo con un detergente altamente alcalino e ad elevato potere sgrassante.
Qualora il pavimento sia stato trattato con cera, è essenziale eseguire una deceratura approfondita.
Dopo l’asciugatura, gli esperti del pulito di Dynamic Services impiegano un cristallizzante al fine di ammorbidire la superficie e facilitare l’azione della lucidatrice monospazzola munita di un disco in lana d’acciaio.
Il calore generato dall’attrito genera una reazione chimica che permette ai sali presenti nel marmo di affiorare in superficie, creando così una lucentezza che ricorda l’effetto bagnato.
È fondamentale lavorare la superficie fino a quando si avverte ridursi l’attrito tra il disco e il pavimento.
Inoltre, una corretta pulizia della superficie dopo la cristallizzazione è essenziale per evitare la formazione di tracce di limatura d’acciaio che, a contatto con l’acqua e l’umidità, causano antiestetiche macchie di ruggine.

La piombatura dei pavimenti in marmo

La piombatura del marmo è uno dei procedimenti più diffusi per la lucidatura di questo pregiato materiale lapideo.
L’operazione di piombatura costituisce una delle fasi finali negli interventi di arrotatura.

La piombatura del marmo viene eseguita dopo che i nostri arrotatori hanno levigato e, ove necessario, sigillato il pavimento per mezzo di levigatrici fornite di pietre diamantate.
La piombatura del marmo utilizza acido ossalico.
Grazie al calore prodotto dal disco, l’acido ossalico reagisce col carbonato di calcio contenuto nel marmo creando sul pavimento un film sottile di ossalato che dona al pavimento la classica lucidatura a specchio.
La piombatura crea una barriera efficace contro l’assorbimento di liquidi e sostanze che potrebbero danneggiare il marmo, come acidi, oli o bevande. Proteggendo il pavimento da macchie e corrosione, la piombatura ne conserva e prolunga la bellezza originale.
La piombatura consente notevoli ulteriori vantaggi:

  1. Facilità di pulizia: i pavimenti in marmo piombati sono più facili da pulire, poiché la superficie sigillata impedisce l’accumulo di sporcizia e impurità nelle giunture. Una semplice pulizia con detergenti neutri è sufficiente per mantenerli lucidi e puliti.
  2. Estetica: la piombatura crea una finitura uniforme e discreta tra le piastrelle di marmo, conferendo un aspetto elegante e professionale al pavimento. Inoltre, il sigillante può essere scelto in diverse tonalità per adattarsi all’aspetto desiderato.
  3. Resistenza all’usura: la piombatura aiuta a proteggere il marmo dai graffi e dall’usura quotidiana, aumentando la sua resistenza e mantenendo il suo aspetto limpido come uno specchio per molto tempo.
To top
Clicca qui
Chatta con noi
Richiedi un sopralluogo gratuito entro 24 ore!